Mangiare al McDonald’s ti rende più stupido

MEDICINA ONLINE

cibo mcdonald's quoziente intellettivo basso Mangiare cibo spazzatura, come quello dei fast-food, non solo fa male alla salute ma può avere influenze negative sul quoziente intellettivo, soprattutto dei più piccoli. A sottolinearlo è uno studio condotto dalla Goldsmiths University of London su un campione di 4mila bambini scozzesi tra i 3 e i 5 anni.

Tenendo sotto controllo e analizzando le loro abitudini alimentari, è emerso che chi si nutre male mostra un quoziente intellettivo inferiore rispetto ai coetanei che seguono un regime alimentare corretto.

Sophie von Stumm, psicologa che ha coordinato la ricerca, ha dichiarato: “È noto che il tipo di cibo che mangiamo influenza lo sviluppo del cervello, ma le ricerche precedenti avevano osservato soltanto gli effetti di specifici gruppi di alimenti sul quoziente intellettivo piuttosto che un generico tipo di pasto. Le madri e i padri che provengono da background meno privilegiati spesso hanno meno tempo di preparare pasti freschi appena…

View original post 44 more words

Advertisements

La formazione obsoleta dei MEDICI odierni: la mancata integrazione della Fisica Quantistica in Chimica e Biologia

Jung Italia

Bruce-Lipton
«Per quanto io ammiri l’antica saggezza della medicina orientale, non intendo attaccare i medici occidentali che prescrivono massicce dosi di farmaci che contribuiscono a trasformare una professione di guarigione in uno strumento letale. I medici sono presi tra due fuochi, la loro formazione intellettuale e gli interessi delle multinazionali, e sono pedine del gigantesco complesso dell’industria farmaceutica. le loro capacità di guarire sono ostacolate da una formazione medica antiquata, fondata su un Universo newtoniano esclusivamente materialistico. Purtroppo questa visione del mondo è superata da circa settantacinque anni, quando la fisica accettò ufficialmente la meccanica quantistica e riconobbe che in realtà l’Universo è fatto di energia. (…) Bisogna fare un passo indietro e integrare le scoperte della fisica quantistica nella biomedicina (…)
Le nuove leggi della meccanica quantistica non negano quelle della fisica classica (…). La differenza tra i due paradigmi è che la meccanica quantistica si applica nell’ambito atomico e…

View original post 668 more words

Memorie nell’acqua? Emilio Del Giudice

 

Siamo fatti al 99% di molecole d’acqua.

 

droppedImage_1Un notevole passo avanti in questi studi è dato dalla teoria dei domini di coerenza dell’acqua (G.Preparata, E.Del Giudice, G.Talpo 1999). Le attività e gli scambi di molecole nell’organismo non avvengono per caso, ma seguono un “ordine” dettato dal campo magnetico prodotto dall’acqua, dove tutti gli elementi oscillano in fase, in regioni dette domini di coerenza. Solo le molecole che reagiscono alla frequenza di questo campo magnetico interagiscono tra loro, avviando in modo ordinato le corrette reazioni chimiche indispensabili alla vita della cellula e dell’organismo. Uno squilibrio dei questo “ordine” compromette il funzionamento della cellula, con la conseguenza delle manifestazioni di patologie.

Nel corpo umano solo il 40% dell’acqua è coerente e può ricevere e trasportare le informazioni elettromagnetiche, mentre il rimanente 60% non coerente, egualmente fondamentale per la vita, rappresenta il solvente degli ioni e degli elementi fondamentali per l’economia cellulare.

L’acqua coerente della materia vivente è come un corpo di ballo perfettamente sincronizzato, che si muove all’unisono al suono della musica.